Terre del Principe

Venerdì 26 Marzo 2021

Unico Turno dalle ore 20,00 - Park Hotel Villa Grazioli - Via Umberto Pavoni 19 - Frascati

Ingresso: 20 euro

Posti Limitati - Prenotazione obbligatoria

Info o prenotazioni a AisCastelliRomani@gmail.com oppure Tel. 333.91.75.950

Il Pallagrello bianco ed il Pallagrello nero, così come il Casavecchia sono ricordi indelebili di quando Peppe Mancini, all'epoca fanciullo, attraversava in calesse i poderi di famiglia in compagnia del nonno ascoltando i racconti contadini.
Sul finire degli anni ‘80, insieme alla compagna Manuela Piancastelli, decidono di abbandonare il proprio lavoro (lui avvocato, lei giornalista) per dedicarsi al recupero di queste antiche varietà ridotte ormai a pochi tralci ultracentenari sopravvissuti alla fillossera e rinvenuti a ridosso di vecchi casolari.
Dopo anni di microvinificazioni, una lunga collaborazione con l'Università  di Napoli e la Regione Campania, i consigli fondamentali del Professor Luigi Moio e la protezione “dall'alto" dell'amico Luigi Veronelli, nel 2003, questi preziosi autoctoni, vengono iscritti nel catalogo nazionale delle uve da vino.
Da allora il destino del Pallagrello e del Casavecchia è cambiato radicalmente, dapprima con la creazione dell’IGT Terre del Volturno, mentre nel 2012 viene istituita la DOC Casavecchia di Pontelatone, comprendente un piccolissimo territorio sulle colline della Campania settentrionale dove il Casavecchia trova il suo unico ed esclusivo habitat.

Siamo in provincia di Caserta tra le dolci colline di Castel Campagnano, un territorio straordinario che funge da anello di congiunzione tra i massicci montuosi del Taburno e del Matese. Qui i vigneti, alcuni con età di oltre 120 anni e ancora produttivi, vengono allevati su terreni ricchi delle preziose “arenarie di Caiazzo” che donano unicità al suolo, tanto da farne una delle zone più vocate alla coltivazione di vite ed olivo, mentre tra le montagne scorre il fiume Volturno che completa un ambiente pedoclimatico di incredibile bellezza.
L’azienda è certificata biologica da alcuni anni anche se in agricoltura convenzionale ha sempre attuato un’attività mirata alla sanità dell’ambiente ed al rispetto della terra, praticando l’inerbimento spontaneo senza l’utilizzo di pesticidi o diserbanti.
Nel corso della serata che si presenta quanto mai unica in virtù della particolare produzione vinicola offerta dall’azienda, avremo il grande piacere di conoscere personalmente Peppe e Manuela per scoprire come la vite abbia cambiato... le loro vite!

"Castel Campagnano aveva tutto, proprio tutto per eleggersi a cru,
mancavano due vignaioli con l'anima della terra...ora ce li ha: Manuela e Peppe"

Luigi Veronelli


I Vini in degustazione saranno pubblicati appena l'Azienda li comunicherà.